Venerdì sera sono stato all’Arci Bellezza, a incontrare i sostenitori del Comitato di Zona 5. Poi sabato mattina all’Acquario, con tutti i consiglieri di zona del centrosinistra di Milano. Nel pomeriggio ho incontrato altri cittadini e sostenitori a Quarto Oggiaro. Mi ha commosso quello che molti mi hanno detto stringendomi la mano: “Giuliano vai avanti. Giuliano non farti intimidire. Giuliano, hanno paura, questa volta vinciamo”. Ecco, solo così si spiega la violenza dell’attacco che mi viene rivolto: il centrodestra è in estrema difficoltà, io e il centrosinistra questa volta siamo candidati al successo elettorale come nessuno a Milano negli ultimi vent’anni. Non c’è altro motivo che spieghi il tentativo di nascondere la trave che si erge nell’occhio del centrodestra che da vent’anni amministra questa città in modo inefficiente. Sono incapaci di gestire società ed enti ai quali i cittadini hanno affidato il bene comune, e la loro azione non è mai rivolta all’interesse generale. L’interesse dei cittadini, di tutti i milanesi, è il mio unico interesse e a loro e’ destinato il mio impegno assoluto.