Che ne dite, partiamo anche stavolta da Quarto? Il numero, in effetti, si presta ad affascinanti associazioni di idee. Soprattutto ora, nell’anno del centocinquantesimo dell’Unità d’Italia.  Mille volontari per Milano… Ieri è partita ufficialmente l’Officina per la Città, il grande laboratorio che darà a Milano il programma per i prossimi cinque anni di governo e al nastro di partenza si sono presentate oltre settecento persone, che contiamo diventino mille nei prossimi giorni. Mille donne e uomini che si mobilitano e decidono di spendere il loro tempo, le loro energie, le loro competenze a servizio della città, sono una iniziativa clamorosa. La cifra toccata dalla partecipazione attiva, la voglia di esserci e di dare il proprio contributo, sono davvero una bellissima notizia. A chi elabora i programmi nelle stanze chiuse dei gruppi di interesse, noi contrapponiamo un progetto che farà scuola: è la prima volta che i cittadini sono tutti chiamati a partecipare ed è la prima volta che la mobilitazione sui progetti assume dimensioni così importanti.
Sono molto orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto, soprattutto voglio ringraziare Anna, Barbara  e Caterina, le tre donne che coordinano il progetto, per lo sforzo immane che hanno fatto. Forse solo tre donne, potevano farcela. In un mese hanno sezionato la città in modo da individuare i tempi di intervento; hanno raccolto le iscrizioni; hanno scelto i coordinatori degli undici gruppi di lavoro che sono stati formati e hanno fatto prendere il largo a questa iniziativa. Si è mobilitata la società intera, e questo è un piano vero di partecipazione. E’ come se le forze migliori di Milano si fossero messe a servizio di tutti, esaltanto quello che è lo spirito della mia candidatura. Del resto a luglio, quando ho deciso di candidarmi da indipendente, l’ho fatto proprio perché ho colto questo bisogno di cambiare e questa ricchezza da offrire.
L’Officina per la Città ha uno spazio in piazza Santa Maria Beltrade fino alla fine di febbraio quando sarà il momento di tirare le fila di un lavoro che mi aspetto ricco e originale. In ogni caso, sarà un lavoro unico e inedito. Gli spin doctor di Obama hanno già chiesto la nostra consulenza…