Archives for posts with tag: comunali 2011

Una delle cose più belle

Una delle cose più belle di questa campagna elettorale, la vitamina che mi ridà tono anche quando sono così stanco che mi pare di non farcela più, è tutto il mondo che mi ritrovo intorno. Persone meravigliose che stanno mettendo tutte se stesse e che danno l’anima per realizzare davvero, insieme, questo nostro sogno. Intanto, quello che è successo è che si sono come riannodati i fili di tutta una vita. Niente è andato perduto. Dall’infanzia agli scout, dalla scuola al collegio, dalle gare di sci alla pallanuoto, dalla fabbrica dove ho fatto l’operaio alla banca dove ho fatto l’impiegato, fino agli amici del tempo libero, è come se tutti si fossero ritrovati intorno a questa nostro progetto. Dove vado, incontro qualcuno che mi dice: ti ricordi… E come, se mi ricordo! Pensate che ieri sera, a un’assemblea di zona a Quarto Oggiaro si è presentato un mio vecchio compagno del Berchet che mi ha portato le foto che ha stampate per me: siamo noi nei primi due anni di liceo, in quelle classiche foto di classe. (altro…)

Mai sedersi sugli allori…

Dove eravamo rimasti?
E’ passato esattamente un mese dal giorno glorioso delle primarie, e ieri sera, mentre alla fine di una giornata frenetica mi infilavo alla Libreria del Mondo offeso, al numero 50 di corso Garibaldi, e mentre dovevo farmi largo per riuscire ad entrare, mi sono ricordato per filo e per segno il mio primo incontro, in questa libreria. Era il 9 settembre. Allora – come oggi – mi sembrava un posto quasi magico; e allora, come oggi, era affollato da non poterci entrare.
Mi è sembrato davvero un segnale importante. L’entusiasmo, la voglia di partecipare, il bisogno di fare la propria parte per cambiare questa città, non sono scemati con il voto del 14 novembre, anzi! E non è diminuito nemmeno il mio impegno, anzi! Ieri pomeriggio, ad esempio, ero a Palazzo Marino, dove ho visto i consiglieri comunali che oggi sono all’opposizione di Letizia Moratti e della sua giunta e che domani, sono certo, saranno quelli di maggioranza.

(altro…)