Archives for posts with tag: Giovani

Ricominciamo dal Trotter

Che bello! Un altro pomeriggio della mia campagna elettorale, il terzo se non ricordo male, passato al Parco Trotter per incontrare le associazioni della zona.
Il parco era già bello in autunno e inverno, ma adesso, con le piante in fiore e la possibilità di goderne in maniche di camicia, dà davvero il meglio di sé.
Anche se Milano non è una città per ciclisti, anzi proprio perchè non lo è, ho voluto, prima di raggiungere il parco, fare un giro in bici per via Padova e dintorni. Ancora una volta ho realizzato quanti scorci deliziosi ci siano nella nostra città, e quanto poco siano valorizzati.
Fra buche nelle strade, rotaie in disuso e macchine parcheggiate in seconda fila ho raggiunto, in sella a una splendida Rossignoli, la tanto agognata meta, il parco.
Incrociandomi con i bambini e i genitori all’uscita da scuola ho fatto a tempo a ricevere qualche augurio e qualche consiglio prima di arrivare alla vecchia chiesetta dove abbiamo parlato del futuro del parco e della zona.
Il Trotter ha una caratteristica credo unica a Milano: fino a una cert’ora è una scuola, una delle più note e caratteristiche, in cui si alternano lezioni al chiuso e all’aperto. Al termine dell’orario scolastico e durante l’estate si aprono al pubblico i cancelli del parco, ed ecco arrivare anziani in cerca di freschezza, ragazzi che fanno jogging o girano in skateboard, ciclisti e calciatori, con i più piccoli che, finita la scuola, si fermano al parco a giocare.
Non è un caso che io stato qui più volte. Il Trotter si fonda sul verde, sull’educazione e sulla cultura, concetti centrali nellla città che voglio realizzare con l’aiuto di tutti.

Primavera in piazza

Ieri pomeriggio sono passato in piazza Fontana per ascoltare le voci delle tante persone che sperano di ritrovare a Milano spazi di musica, arte e cultura che questa città da troppo tempo non offre più, anzi li elimina. Le amministrazioni degli ultimi vent’anni non hanno saputo fare altro che ostacolare l’attività delle numerosissime associazioni che con il loro lavoro fanno vivere la nostra città.
Posti come la Casa 139, le Scimmie e tanti circoli Arci sono una risorsa sociale, culturale ed economica. Chi ne impedisce l’attività va contro i milanesi. Da anni i cittadini assistono alla chiusura di centri di aggregazione storici, parchi pubblici e intere piazze. La collinetta del Mom, le Colonne di San Lorenzo, altri luoghi che da sempre caratterizzano la vita della città, sono resi inaccessibili in nome di una finta sicurezza. La sicurezza, quella vera, reale non deve essere uno slogan utilizzato al bisogno per risolvere nella maniera più semplice, più veloce, problemi che invece vanno affrontati con il reale confronto, tra tutti coloro che vivono, e quindi conoscono, determinate realtà. Il dialogo deve essere aperto, ai gestori e alle migliaia di giovani che frequentano gli spazi per sentire e fare musica, per avere e soprattutto per dare cultura. Le norme vanno rispettate, ma un Comune vicino alla città deve saperle attuare per rispondere ai bisogni, di tutti.
Ieri centinaia di persone “occupavano” uno spazio pubblico per fare e ascoltare musica, per raccontare e ascoltare storie e parole. (altro…)

Un saluto e una speranza

La prima settimana lavorativa dell’anno comincia purtroppo senza un infaticabile lavoratore con cui spesso mi sono confrontato e consultato. Non c’è più Roberto Miglio, storico ghisa e sindacalista dei vigili, una delle ultime persone che ho incontrato prima del 14 novembre, quando mi aveva avanzato alcune proposte convincenti per migliorare l’operato dei suoi colleghi. Lui ci mancherà, ma almeno le sue idee, con me sindaco, avranno possibilità di diventare realtà.

A proposito di realtà, l’altro giorno, sfogliando i giornali, ho letto, con profonda tristezza, i dati relativi all’occupazione giovanile in Italia. Il 29% dei nostri ragazzi non ha un lavoro, un dato che non è mai stato così alto dal 2004 ad oggi. (altro…)